La disciplina

Già nota in occidente come "Proprioceptive Neuromuscolar Facilitation (PNF)" questa metodologia costituisce  la  pietra  miliare  dell’antica  arte  medica di SHANEDER,  sviluppatasi  nell’Alta Mesopotamia, l’attuale Kurdistan, l'antica terra culla della nostra civiltà.
Il PNF  è una tecnica che facilita la guarigione operando attraverso la manipolazione dei recettori articolari e muscolari del sistema neuronale e della massa muscolare.
L’arte del trattamento manipolatorio parte dal principio filosofico che ogni essere umano possiede dei potenziali non espressi che, se sollecitati, determinano miglioramenti qualitativi della vita a più livelli.

Attraverso l’uso di appropriate tecniche riabilitative è possibile agire a livello del sistema osteoarticolare e neuromuscolare mediante un intervento pianificato sulle strutture anatomiche; infatti con la manipolazione e la riabilitazione è possibile rimuovere le patologie e le cause scatenanti, consentendo un successivo reinserimento socio-lavorativo del paziente (Rieducazione). L’approccio terapeutico dà particolare valore 

anche all’aspetto psichico poichè il malato è considerato globalmente e non settorialmente (Alienazione).

Il protocollo neuroriabilitativo di SHANEDER prevede diversi livelli di intervento articolati nel modo seguente:

1. Visita specialistica
2. Programma di riabilitazione, manipolazione, rieducazione, alienazione
3. Programma di nuoto terapeutico
4. Programma nutrizionale